Aeroporto di Berlino-Tempelhof

Tempelhof fu uno degli aeroporti più importanti della storia della Germania. Dopo la sua chiusura, nel 2010 fu riaperto e poi trasformato nel più grande giardino pubblico di Berlino.

L’Aeroporto di Berlino-Tempelhof (Flughafen Berlino-Tempelhof) fu uno degli aeroporti più importanti nella storia della Germania ma, per l’ingente quantità di perdite che produceva, recentemente è stato chiuso e trasformato in un grande parco nel centro di Berlino.

Un luogo chiave nella storia di Berlino

Nel 1909, partirono dei voli a breve raggio dall’Aeroporto di Tempelhof e si realizzò la prima esposizione aerea della storia. Soltanto dal 1923 Tempelhof divenne, ufficialmente, un aeroporto. Nel 1926, si fondò la compagnia aerea Lufthansa, che qui stabilì la sua base aerea.

Grazie alla sua privilegiata posizione vicino al centro della città, Tempelhof divenne uno degli aeroporti con maggiore traffico internazionale, ubicato nell’edificio più grande del mondo, fino alla creazione del Pentagono.

Dopo la divisione di Berlino in quattro zone, controllate dalle potenze vincitrici della Seconda Guerra Mondiale, l’aeroporto cadde nelle mani americane e l’esercito statunitense prese il suo controllo nel luglio del 1945.

Nel 1948, l’Unione Sovietica bloccò il traffico terrestre e fluviale verso Berlino Ovest, come misura di pressione. Fu allora che iniziò l’operazione conosciuta come "Ponte Aereo", per mezzo della quale si realizzarono 1.400 voli nel corso delle 24 ore del giorno, per fornire le provvigioni a tutti i cittadini. Nel settembre del 1949, le autorità sovietiche davano ormai per assodato che Berlino Ovest non si sarebbe arresa e chiusero il blocco.

Dopo la distruzione del Muro di Berlino, si smantellò la base americana e l’Aeroporto di Tempelhof passò ad avere un uso commerciale. La riunificazione tedesca marcò l’inizio della fine, dato che Tempelhof iniziò a generare perdite milionarie.

Tempelhof al giorno d’oggi

Per l’enorme quantità di perdite che generava, lo storico aeroporto fu chiuso e, nel 2010, iniziò la sua trasformazione in uno dei parchi urbani più grandi del mondo. Con 380 ettari d’estensione, il parco di Berlino supera al mitico Central Park di New York.

Trasporto

Metro: Tempelhof, linea U6.
Treno: Tempelhof, linee S45 e S47.