Potsdamer Platz

Potsdamer Platz

Potsdamer Platz, storico cuore di Berlino, oggi è una delle zone più importanti della città. Scopri ogni curiosità di questa famosa piazza in cui ogni anno si festeggia la Berlinale.

Potsdamer Platz, in passato una delle piazze più frequentate di Berlino, fu distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale e divisa in due parti dal Muro di Berlino. Oggi la piazza, completamente ristrutturata, brilla nuovamente dello splendore che l’illuminava prima della guerra.

Guandando indietro

Potsdamer Platz fu il luogo dove, nel XIX secolo, si realizzò un’intensa attività commerciale e culturale e ancora si conservano alcuni resti di questo sviluppo, come il primo semaforo d’Europa, che funzionava manualmente.

Dopo la guerra e la successiva costruzione del Muro, la distrutta Potsdamer Platz era ormai diventata un terreno spoglio e dimenticato, ubicato nelle sue vicinanze.

Fu soltanto dopo la caduta del Muro di Berlino che la piazza divenne un’attraente area urbanizzabile, che gli architetti utilizzarono per edificare una serie di edifici rappresentativi della nuova Berlino unificata.

I sopravvissuti

Solo un edificio che si trovava nella piazza riuscì a sopravvivere alla Seconda Guerra Mondiale. Si tratta della Haus Huth (Alte Potsdamer Strasse numero 5), una costruzione con sei piani, che resistette​ ai bombardamenti, grazie alla sua struttura d’acciaio, qualcosa di rivoluzionario per l’epoca.

Nella piazza si conservano anche alcuni resti del lussuoso Grand Hotel Esplanade, di cui si salvò solo il 10% fra le macerie della Seconda Guerra Mondiale. Nell’ingresso del Sony Center da Postdamer Platz si può vedere parte della facciata dell’hotel e alcune stanze, che rappresentano lo stile di vita dell’alta società di Berlino prima della guerra.

Potsdamer Platz al giorno d’oggi

Anche se ancora si conservano, in ricordo, alcuni resti del muro, la piazza fu ricostruita recentemente, entrando a far parte della Berlino più moderna.

Ad ovest della piazza, nel chiamato Postdamer District, ci sono due importanti blocchi architettonici: Sony Center e Quartier Daimler Chrysler.

Il Sony Center si caratterizza per la sua enorme cupola di vetro e acciaio, illuminata con luci colorate cangianti. Questa cupola, opera di Helmut Jahn, costituisce un rifugio per gran parte dei berlinesi e turisti che frequentano le sue terrazze e i ristoranti.

La zona Daimler Chrysler, attraversa la Potsdamer Strasse, ed è meno turistica e molto più sconosciuta. Se vi addentrate, vedrete dei rilassanti giardini.

Gli appassionati di cinema, che conoscono il Festival di Cinema di Berlino (o Berlinale), già sapranno che questo evento si realizza a Potsdamer Platz.

Alcune raccomandazioni

La piazza si trova vicino alla Porta di Brandenburgo ed è interessante realizzare a piedi questo breve percorso, seguendo la breccia del suolo, che segnala il cammino del Muro di Berlino.

Salendo su uno degli edifici più alti di Potsdamer Platz, la Torre Kollhoff, di 25 piani e più di 100 metri d’altezza, si possono avere le migliori viste del centro di Berlino. L’ingresso al belvedere, chiamato Panoramapunkt, si trova nella Alte Potsdamer Strasse.

Orario

Panorama Punkt
Orario estivo: dalle ore 10:00 alle 20:00.
Orario invernale: dalle ore 10:00 alle 18:00.
Chiuso il 24 dicembre.
Aperto il 25 e il 30 dicembre, dalle ore 10:00 alle 19:00.
Aperto il 31 dicembre, dalle ore 10:00 alle 22:00.

Prezzo

Panorama Punkt
Adulti: 7,50€.
Studenti: 6€.
Minori di 6 anni: ingresso gratuito.

Trasporto

Treno: Potsdamer Platz, linee S1, S2 e S25.
Metro: Potsdamer Platz, linea U2.‎