Transfer aeroporto
Hotel
  1. Fecha de llegada
  2. Fecha de salida
Hoteles con Encanto
Voli economici

Campo di Concentramento di Sachsenhausen

Il Campo di Concentramento di Sachsenhausen fu costruito nel 1936 dai prigionieri di altri campi di concentramento. Progettato come campo di concentramento "esemplare", fu creato per proiettare l'immagine di forza del nazismo e sottomettere i prigionieri al potere delle SS.

La storia del campo

Campo di Concentramento di Sachsenhausen
Campo di Concentramento di Sachsenhausen

Campo di Concentramento di Sachsenhausen, baracconi
Baracconi di Sachsenhausen

Campo di Concentramento di Sachsenhausen, crematoi
Forni crematori del Campo di Concentramento

Campo di Concentramento di Sachsenhausen, infermeria
Centro sanitario per malattie patologiche

Campo di Concentramento di Sachsenhausen, Plotone d'esecuzione
Plotone d'esecuzione di Sachsenhausen

Fra il 1936 e il 1945, più di 200.000 prigionieri "vissero" nel campo di concentramento. I primi reclusi furono gli avversari politici del nazismo ma, successivamente, furono imprigionati anche coloro che erano reputati inferiori, per caratteristiche razziali e biologiche.

Numerosissime persone morirono nel campo per malattia, per i lavori forzati e per la fame, o furono vittime dello sterminio di massa eseguito dalle SS.

Il 22 e 23 aprile 1945, quando quest'incubo terminò, i soldati liberarono più di 3.000 persone, fra i malati e i medici che ancora si trovavano nel campo.

Da campo di concentramento a campo speciale

Nell'agosto del 1945, il Campo di Concentramento di Sachsenhausen divenne un campo speciale sovietico. Tre mesi dopo la fine della guerra, quando l'Europa fu liberata dal nazismo, i servizi segreti sovietici trasferirono il loro Campo Speciale nº 7 a Sachsenhausen.

Nel campo furono imprigionati i funzionari del regime nazista, alcuni nemici politici e molte persone ingiustificatamente imprigionate.

Il campo speciale divenne il più grande della zona di occupazione sovietica, fino a quando fu smantellato nel 1950.

Nei cinque anni in cui fu operativo, attraversarono le sue installazioni circa 60.000 prigionieri, dei quali più di 12.000 non riuscirono a sopravvivere.

Per i tragici avvenimenti, che videro come protagonista il campo, nel 1961 divenne un luogo commemorativo.

Visitando Sachsenhausen

Nella visita al campo di concentramento, si percorrono le zone più significative. Addentrandosi nelle installazioni, qualsiasi visitatore non può non rabbrividire, pensando alle torture che qui ebbero luogo.

Queste sono le zone più rilevanti:

  • Capannone 38: Ubicato nell'area identificata con il nome di "Campo Piccolo", dove, fra il 1938 e il 1942, numerosissimi ebrei furono reclusi dalle SS, il capannone 38 è oggi un museo che mostra la vita dei prigionieri durante il tragico soggiorno. Si può ancora notare l'odore di bruciato dell'incendio, appiccato, nel 1992, da alcuni antisemiti.
  • Edificio delle torture: È l'edificio utilizzato come carcere del campo e della Gestapo. Qui, oltre a imprigionare i nemici più importanti, si torturavano e si assassinavano gli ebrei senza alcuna pietà.
  • Capannoni dell'infermeria: Non è un segreto che nel campo si eseguirono migliaia di crimini medici, si sterilizzarono numerose persone e si realizzarono pericolosi esperimenti medici, contro la volontà dei pazienti.

Un'esperienza emotiva

Il Campo di Concentramento di Sachsenhausen non lascia indifferenti i propri visitatori. Nel percorso dei capannoni, entrerete in contatto con la dura realtà del campo, visitando l'infermeria, in cui molti pazienti subirono crudeli esperimenti medici, e attraversando il cortile, dove i reclusi, costretti a restare a lungo in piedi, morirono per la stanchezza, il freddo o il caldo.

Visite guidate

Se in altri punti d'interesse non è così importante fare una visita guidata, per conoscere il Campo di Concentramento di Sachsenhausen è più che consigliabile realizzare la visita con una guida. Rimane ben poco di ciò che vi era in passato ed è un luogo quasi completamente vuoto. Senza una guida, non sapreste cosa vi era in ognuna delle zone del campo e la visita sarà poco istruttiva.

Localizzazione

Oranienburg.

Orario di visita

Dal 15 marzo al 14 ottobre: tutti i giorni, dalle ore 8:30 alle 18:00.
Dal 15 ottobre al 14 marzo: tutti i giorni, dalle ore 8:30 alle 16:30.
I musei chiudono di lunedì.

Prezzo

Ingresso gratuito.
Audioguida: 3€.

Trasporto

Treno: Oranienburg, linee RE5, RB12 e S1.
Dalla stazione al campo, potete camminare per 20 minuti o prendere l'autobus numero 804.

Mappa

Campo di Concentramento di Sachsenhausen, mappa di localizzazione